Senza sogni

Vedo intorno a me, gente che non sa cosa fare della propria vita, capisco che non sia facile sapere cosa fare del propio futuro ma so anche che senza cercare di dare un senso ai propri giorni si spreca solo tempo prezioso. Gente che studia per studiare, lavora per lavorare, fa quello che non vorrebbe fare solo perchè gli viene imposto. Non capisco i miei coetanei che come ambizione hanno quella di lavorare in fabbrica tutta la vita, prendere 1500€ e non potersi pagare una vacanza in futuro. E non parlo solo di Lavoro ma di dare un senso, di cercare qualcosa per cui passare le proprie giornate una passione che ci faccia svegliare. Non critico il fatto che in questo momento stiano facendo questo, io sono il primo a prendere 1400€ al mese, critico il fatto che si vedano fare quello tutta la vita, che la loro ambizione sia il posto fisso in fabbrica e che siano felici ( momentaneamente ) di questa vista.

Yukio Mishima ( in Sole e acciaio ) dice che la vita è come una casa con un grande giardino, la casa è il nostro essere: come noi nasciamo la nostra personalità e le nostre emozioni. Il giardino invece è la nostra vita, il nostro corpo e le scelte che facciamo. Mentre cambiare la struttura in mattoni e cemento di una casa è estremamente difficile, è il giardino ciò che ci fa apparire al mondo, ciò che determina il resto della nostra vita. Sole e acciaio, sono come noi decidiamo di vivere la nostra vita, possiamo lottare per migliorarla e cambiarla, cosi come con i raggi del sole e l’acciaio del aratro lavorano la terra del nostro giardino.

O possiamo decidere di lasciare che la natura faccia il suo corso, di far crescere le sterpaglie e annebbiare una casa che potrà anche essere bellissima, ma con un giardino mal curato verrà visto sempre come una cosa abbandonata a se stessa.

Abbandonare la nostra vita al suo corso, senza avere sogni degni di essere inseguiti, equivale ad avere il sole e l’aratro per piantare una singola rosa in mare di sterpaglia.

by Luis Beqja